ISEE

Che cos’é il modello ISEE?

Il modello ISEE, noto anche come “riccometro”, è un numero che rappresenta in modo sintetico la situazione economica di un nucleo familiare, in quanto viene calcolato a partire da una serie di elementi, quali:

  • Il reddito del nucleo familiare devono essere considerati tutti i redditi (redditi dichiarati ai fini Irpef come risulta dall’ultima dichiarazione presentata o, in mancanza di obbligo di dichiarazione, dall’ultimo certificato sostitutivo rilasciato dai datori di lavoro o dagli enti previdenziali.
  • Il patrimonio posseduto (case, terreni, azioni, titoli, etc) Si deve considerare il 20% del valore degli immobili posseduti (al 31 dicembre dell’anno precedente), calcolato con gli stessi criteri dell’Ici, con la detrazione fino a un massimo di 100 milioni, nel caso che la famiglia risieda in un’abitazione di sua proprietà.
  • La composizione della famiglia, e quindi il carico familiare Nella gran parte dei casi il nucleo familiare di riferimento coincide con il nucleo convivente. Tuttavia, a seconda del tipo di servizio per il quale si richiede l’accesso o l’agevolazione, il nucleo può essere stabilito in modo specifico dal Comune o da altre amministrazioni che forniscono il servizio stesso.

Come si rileva il modello ISEE?

Il mod. ISEE di un nucleo familiare si rileva da due elementi:

  • la “Dichiarazione sostitutiva unica”, che puo’ essere compilata dagli utenti direttamente o con l’assistenza di un CAF.
  • “ATTESTAZIONE MODELLO ISEE”, che viene rilasciata solamente dal CAF abilitato.

Come si calcola il modello ISEE?

Il calcolo del modello ISEE viene effettuato utilizzando una “Dichiarazione sostitutiva unica”.
La dichiarazione, compilata e firmata, ha validità di un anno e costituisce autocertificazione; per conseguenza ogni cittadino è personalmente responsabile di ciò che dichiara. Sulla base della dichiarazione attraverso una procedura informatica del CAAF viene rilasciata l’ ATTESTAZIONE MODELLO ISEE.

Quando e dove serve il modello ISEE?

Sono interessati tutti quei cittadini che richiedono prestazioni servizi sociali o assistenziali a domanda individuale, che prevedono una compartecipazione alla spesa, e intendono ottenere condizioni agevolate, facilitazioni e sconti.
Si applica nel momento in cui una persona intende richiedere ad una amministrazione pubblica, per sé o per un congiunto del medesimo nucleo familiare, una PRESTAZIONE SOCIALE AGEVOLATA.

In conseguenza di ciò, il cittadino potrà accedere a “prestazioni o servizi sociali o assistenziali o servizi di pubblica utilità” come ad esempio:

  • assegno per il nucleo familiare con tre figli minori
  • l’assegno di maternità
  • asili nido e altri servizi educativi per l’infanzia
  • prestazioni scolastiche (libri, borse di studio, ecc)
  • agevolazioni per tasse universitarie
  • prestazioni del diritto allo studio universitario
  • servizi socio sanitari domiciliari, diurni, residenziali, ecc
  • agevolazioni per servizi di pubblica utilità (es. tariffe agevolare Telecom, Enel, ecc.).